Blog: http://lucaenoch.ilcannocchiale.it

Buon vicinato



Lontano dai riflettori dei media, la politica di colonizzazione ebraica nel settore palestinese di Gerusalemme non conosce soste. La tensione è tornata a salire dopo che qualche giorno fa un gruppo di coloni ha presentato in tribunale la richiesta di sfratto per altre due famiglie palestinesi del quartiere arabo di Sheikh Jarrah. Un’iniziativa che rientra in un piano più vasto per la demolizione delle case palestinesi  in quella zona, da sostituire con 200 abitazioni dei coloni. “Questo è il modus operandi dei coloni – ha detto il pacifista israeliano Avner Inbar – Prima piazzano degli estremisti nel cuore di un quartiere palestinese che minacciano i residenti, poi si rivolgono ai tribunali e chiedono di sfrattare i palestinesi col pretesto che disturbano e intimoriscono i vicini ebrei”. Lo scorso venerdì centinaia di attivisti palestinesi, israeliani e stranieri hanno manifestato a Sheikh Jarrah contro i coloni, tra di essi anche lo scrittore David Grossman e l’ex presidente della Knesset Avraham Burg (Junko Terao, Il Manifesto). L'articolo completo su Rete Eco.

Nell’immagine di Rina Castelnuovo, premiata  al World Press Photo, un colono ebreo lancia del vino contro una donna palestinese, a Hebron in Cisgiordania.


Pubblicato il 12/4/2010 alle 10.42 nella rubrica Memoria.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web